facebook module joomla
Iscriviti alla nostra Newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità del Club.
Ricezione

Cari amici, riportiamo qui sotto l'articolo estratto dal sito del Comune di San Vendemiano.

 

Gruppo Conegliano Sub

Abbiamo incontrato il club Conegliano Sub, il gruppo di appassionati delle immersioni che quest’anno compie 30 anni.
Con Luca Guseo, Presidente dell’associazione, abbiamo parlato delle attività del gruppo e della passione per le immersioni, un’esperienza unica che trasporta le persone letteralmente in un’altra dimensione, in un altro mondo dove si provano sensazioni nuove e diverse e dove la fretta non esiste.
Vediamo di seguito cosa ci ha raccontato.

Iniziamo conoscendovi meglio: da quanto siete operativi? Quanti siete?

Siamo nati nel 1985, oggi l’Associazione opera in ogni settore della disciplina, ha 11 istruttori A.R.A tra cui 1 istruttore di apnea e uno di biologia marina; in questi anni di attività abbiamo consegnato oltre 1500 brevetti.
I nostri associati subacquei attivi sono una novantina di età varia, dai ragazzi di 16 anni fino oltre 70, con i soci simpatizzanti la nostra associazione conta circa 200 persone infatti spesso facciamo cene, feste ed eventi molto numerosi.

Passiamo allora alle vostre attività, partiamo dai corsi…
logo sub 30 Quest’anno è il nostro trentennale e vogliamo festeggiarlo proponendo molte attività, sia didattiche che ludiche, per far vivere il nostro club e dargli una nuova freschezza.
Abbiamo da poco rinnovato tutta la didattica, una scelta fatta per la voglia di immettere aria nuova e persone nuove, con attività nuove. Abbiamo reso la nostra struttura più snella e dinamica per poter offrire ai nostri associati le formule più comode e adattate ai loro impegni per seguire i corsi, per permettere a chi è interessato o incuriosito da questo mondo, di approfondire questa affascinante disciplina, con il rilascio di brevetti riconosciuti a livello mondiale, poiché la didattica S.N.S.I. (Scuba Nitrox Safety Internatiol) è membro R.S.T.C. (Recreational Scuba Training Council), associazione mondiale che definisce gli standard minimi di sicurezza nella disciplina subacquea.

I nostri principali corsi sono 4:

• SNSI open water diver dedicato ai principianti,
• SNSI advanced open water diver, il secondo livello,
• SNSI rescue diver per apprendere le tecniche di salvataggio proprio e del compagno, in acqua e fuori,
• SNSI dive master, per diventare un guida subacquea.

Questi 4 corsi permettono di diventare un sub completo, poi è possibile procedere con la formazione successiva scegliendo un percorso ad esempio per diventare istruttore, specializzarsi in immersioni tecniche (cioè ad alta profondità oltre i 40metri), diventare operatore subacqueo di protezione civile. Per questa ulteriore formazione accompagniamo il sub convocando gli insegnanti specializzati in sede.

Per quanto riguarda la Protezione Civile noi collaboriamo con l’ente con 8 operatori. Per il momento l’attività di formazione è sospesa ma stiamo cercando di riattivarla. Nel tempo abbiamo operato nella ricerca di persone disperse collaborando a livello regionale e coordinando importanti ricerche, nel nostro territorio e in altre parti della Regione. Esperienze impegnative e forti, intense, decisamente importanti e significative.
Ci stiamo organizzando per proporre l’attività anche ai bambini (l’attività subacquea è possibile dal compimento del decimo anno di età), faremo dei corsi base e di avvicinamento alla disciplina. Con l’estate e la conclusione delle scuole ci saranno delle belle novità anche per i più piccoli!

Fate anche altre attività?

Oltre alla didattica organizziamo anche fine settimana subacquei, la settimana in Mar Rosso e poi cene, incontri in sede, feste tra cui la consegna brevetti e uscite varie per le immersioni, ma anche visite: abbiamo in programma per febbraio la visita a una fabbrica di attrezzatura sub in Toscana, per marzo la fiera annuale del settore a Bologna e il 17 gennaio abbiamo visitato la Y40 di Montegrotto, la piscina più profonda al mondo con acqua termale.
Siamo soddisfatti perché ogni proposta che facciamo viene accolta con favore e coinvolgimento: come ci muoviamo mobilitiamo corriere [ride].
A parte gli scherzi, tutta la parte più ludica e conviviale del nostro club penso sia essenziale per il suo mantenimento. La passione per le immersioni dà molto [nella prossima domanda ci spiegherà a cosa si riferisce] ma è fatta di alzatacce, viaggi di ore che spesso durano di più dell’immersione stessa, freddo, stanchezza… e se quando si torna in sede non ci fosse una pasta, un salame, un bicchiere, un caffè da condividere facendo due risate con i compagni della giornata sarebbe dura continuare con la stessa passione e lo stesso entusiasmo.
Inoltre anche questa attività, come molte altre associazioni, si regge sul volontariato di persone che impiegano tempo e risorse proprie, star bene assieme rende tutto più leggero.

Prima accennava al fatto che questa disciplina dà molto, a cosa si riferisce? Perché avvicinarsi a questa disciplina?

Le motivazioni possono essere varie. L’avvicinamento deve avvenire guidato dalla curiosità, per ampliare la passione che una persona ha verso l’acqua.
A differenza di altri sport il subacqueo diventa un bravo subacqueo quando arriva ultimo: il sub che entra per primo e esce per ultimo è infatti quello più tranquillo e che ha visto più cose.
La fretta non fa parte di questo mondo, non mettiamo fretta nemmeno nei corsi, una persona per ricevere l’attestato o il brevetto deve essere sicura, non c’è nessun problema se ad esempio vuole ripetere il corso. Noi personalmente non rilasciamo un brevetto se la persona non è pronta, gli istruttori sono a disposizione dei corsisti che hanno passione per questo mondo.
L’immersione ti porta in un’altra dimensione e devi imparare a gestirti in un ambiente che non è il tuo, ti porta a conoscerti, a sviluppare l’autocontrollo, a ragionare e stare tranquillo in momenti che potrebbero essere di incertezza proprio perché sei in un ambiente non convenzionale. Ti porta a un livello di grande serenità e tranquillità.
In tutto questo si inserisce anche un profondo amore per l’ambiente e la natura che noi osserviamo, infatti ogni due anni teniamo anche un corso di biologia.

Ultimissima domanda: ci vuole qualche caratteristica particolare per approcciare questa disciplina?

No, basta un certificato medico per attività non agonistica e noi consigliamo anche una visita otologica o comunque di consultare un medico otorino.

 

 

Fonte: http://www.sanvendemiano.tv/2015/01/conegliano-sub-viaggio-in-unaltra-dimensione/

 

 


10 Regole di sicurezza - DAN

  

News Flash

  • Disponibile nuovo download

    Sono state inserite nell'area Download le nuove pubblicazione dell'Alert Diver: DAN Europe